Lo spirito americano: l’aria condizionata

Tra le tante cose che contraddistinguono questo popolo, ve ne sono alcune in grado di unificare tutti gli americani, bianchi e neri, ricchi e poveri, dell’est dell’ovest, delle città e della provincia, repubblicani e democratici…

Non sto parlando della coca cola e nemmeno dei bicchieroni di caffè con cui li vedi passeggiare per la strada, guidare un’auto o salire su un autobus. Ciò che unisce tutto il paese è l’uso smodato oltre ogni immaginazione dell’aria condizionata. Entrare in un ristorante, in un museo, in un supermarket o in un qualsiasi luogo pubblico richiede uno sforzo sovrumano al nostro sistema di termoregolazione. La temperatura presente in questi locali, infatti, differisce di almeno 15 gradi rispetto a quella dell’ambiente esterno, al punto che anche un “caloroso” come me, deve portarsi appresso una felpa da indossare prima di attraversare la soglia di questi luoghi, pena il raffreddamento, la congestione, il collasso.

Eppure loro, gli americani, sembrano non soffrire minimamente di tali sbalzi di temperatura. Sarà per l’abitudine o per la loro stazza, ma li vedi in t-shirt quando tu vorresti indossare un piumino leggero. Eppure sono convinto che non faccia tanto bene nemmeno a loro esporsi a tali sbalzi di temperatura e poi, ma quanto costa la bolletta qui?

Mi fa piacere che chi legge lasci un commento. Su dai, non è il caso di essere timidi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...