Mercoledì 1 agosto, Gettysburg – Pittsburgh

20120801-223954.jpg

Quarto giorno di vacanza e seconda tappa del nostro viaggio attraverso gli Stati Uniti . Oggi si attraversa una buona parte della Pennsilvania per arrivare fino a Pittsburgh, città natale di Andy Warhol e set del celebre film Flashdance.

Partiamo abbastanza presto da Gettysburg, il tempo è grigio ma non piove, l’aria è fresca e in auto non dobbiamo tenere acceso il condizionatore per riuscire a respirare. Ci fermiamo ad un distributore e approfittiamo per fare colazione all’americana, con un immenso caffè bollente accompagnato da paste al cioccolato e muffiin ai mirtilli.

Percorriamo la storica Lincoln Highway, che sulle carte è anonimamente indicata come US30, la prima strada americana ad attraversare tutti gli USA. Il paesaggio è davvero bello, le colline ricoperte di foreste si susseguono una dopo l’altra e si perdono a vista d’occhio, la strada sale e scende seguendo l’orografia dolcemente ondulata, il cielo nel frattempo si è squarciato ed è apparso il sole.

Arriviamo a Pittsburgh verso mezzogiorno. Ci sistemiamo in hotel e andiamo in centro città, prima tappa il Warhol Museum, ma non prima di aver messo qualcosa sotto i denti.

L’ingresso al museo è abbastanza caro, 20 dollari gli adulti e 10 i ragazzi fino a 16 anni, ma ne vale la pena: sette piani dell’edificio interamente dedicati al grande rappresentante della pop art, con una bella sezione che ne tratta la vita e le idee e sei piani di esposizione. Purtroppo non si possono fotografare le opere, ma questo lo si scopre una volta entrati, e così faccio un po’ di polemica con il museo attraverso Twitter (cercate i botta e risposta tra @aboer65 e @thewarholmuseum).

Usciti dal museo andiamo a passeggiare per le vie del centro, ai piedi di bellissimi grattacieli, nella zone del Goldern Tiangle, nel Point State Park e lungo l’Allegheny River. I ponti sospesi che attraversano i fiumi di Pittsburgh sono ben sette, dotati anche di attraversamento per pedoni e ciclisti, e consentono di scattare delle belle fotografie della downtown e dei suoi giganti di vetro e acciaio che si stagliano nel cielo blu.

Mi fa piacere che chi legge lasci un commento. Su dai, non è il caso di essere timidi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...