Venerdì 3 agosto, Millersburg – Chicago

20120804-081317.jpg

Lunga tappa di trasferimento attraverso due stati, Ohio e Indiana, per approdare a Chicago, sulle sponde del Lago Michigan. Precorriamo 600 chilometri attraversando dapprima le verdi colline dell’Ohio, poi le monotone pianure dell’Indiana. Fortunatamente l’interstate I-80 è una strada veloce e si può mantenere una media abbastanza elevata (il limite qui è di 70 mph, circa 110 km/h) .

L’Indiana dev’essere uno degli Stati più noiosi d’America, infatti, preparando l’itinerario non avevo trovato alcuna meta che valesse una sosta. D’altra parte per queste strade di gente ne passa tanta e così gli ingegnosi americani hanno ideato un sistema per attrarre turismo: in corrispondenza di ogni uscita, un grande cartello elenca tutte le attrazioni che possono essere visitate nella zona. In realtà si tratta di una serie di americanate, come il museo dei camper e delle case mobili, la fattoria di Mr. Tizio e cose simili. Le americanate migliori però le vedremo quando attraverseremo le great plains nel midwest, tra Iowa e Nebraska, cose davvero sostanziose come l’area di servizio per camion più grande del mondo, la caffettiera gigante, la stazione di servizio a forma di carro coperto dei pionieri e altre pacchianerie simili. Allora qui in Indiana tiriamo dritti.

Arriviamo alle quattro e mezza a Chicago e ci districhiamo faticosamente nel dedalo di strade congestionate dal traffico. Ci sistemiamo al Courtyard Marriot Downtown e spostiamo indietro di un’ora le lancette degli orologi, poiché qui vige il fuso orario degli stati centrali, poi usciamo a passeggiare per il centro e quindi al Navy Pier, un vecchio molo sul Michigan ormai diventato una specie di Luna Park.

Per cena andiamo alla PIZZERIA DUE, un luogo molto apprezzato dagli americani, dove si beve un’ottima Samuele Adams Seasonal e dove la pizza è discreta, anche se completamente diversa da come un italiano se la può immaginare.

Mi fa piacere che chi legge lasci un commento. Su dai, non è il caso di essere timidi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...