Venerdì 17 agosto, Canyonlands National Park

20120818-184357.jpg

Stamattina ci dedichiamo all’esplorazione del distretto meridionale del parco, The Needles. Il nome è certamente azzeccato, infatti in quest’area la natura si è data da fare con un progetto diverso: niente archi, niente canyon, in compenso qui troviamo torri svettanti verso il cielo, architetture che sfidano l’equilibrio se non addirittura le leggi della fisica. Sembra quasi che il Creatore si sia divertito a creare degli orti dove coltivare immensi funghi di roccia, vi sono vallate in cui si ergono a decine queste curiosissime forme.

Non arrivano molti visitatori a The Needles, forse a causa delle dimensioni enormi di questo parco o forse per la lontananza da Moab, ma l’impressione è che l’Arches sia molto più gettonato. Noi siamo contenti di ciò e ci gustiamo Canyonlands in religioso silenzio!

Ci sarebbero molte escursioni da fare, passeggiate che si addentrano nelle valli, attorno alle formazioni turrite, ma oggi siamo pigri, il sole è già alto e non ce la sentiamo di cucinarci scendendo in quegli anfratti roventi.

Rientriamo così a Moab, ci mangiamo un’ottima pizza da Pizza Hut (si può anche scegliere il grado di sottigliezza della pasta, incredibile!), condita con una salsa di pomodoro leggera e con tante verdure cotte in modo esemplare, senza olio ne grassi. Bravi!

Il pomeriggio ci spaparanziamo a riposare, ne avevamo bisogno, approfittando di questa pausa per preparare adeguatamente il programma dei prossimi giorni. Infatti dobbiamo scegliere se andare al Mesa Verde National Park, in Colorado, o se dedicare un giorno in più alla Monument Valley, Arizona. Dovremo anche decidere se, dopo la Monument Valley, virare a sud per il Petrified Forest N.P. ed il Canyon De Chelly oppure se recarci a ovest, sulle sponde del Lake Powell.

Dopo attente valutazioni decidiamo per la Mesa Verde e per il Lake Powell e quindi ci attacchiamo al telefono dell’albergo per contattare i vari motel trovati su Yelp e su TripAdvisor. Troviamo facilmente alloggio a Cortez e a Page.

La sera andiamo a cenare in un birrificio proprio di fronte al nostro motel, il Moab Brewery. Il menù offre una scelta vastissima di pietanza e soprattutto di birre, tra le quali sposiamo immediatamente la stout locale, una birra scura che si sposa perfettamente con la bisteccona che ho ordinato. L’ambiente è vivace e informale, tutto orientato allo sport ed all’attività fisica: al soffitto e alle pareti sono ancorate mountain bike tri-ammortizzate, canoe e gommoni per il rafting sul Colorado, sci e racchette da neve.

Domani i parte per il Colorado!

20120818-184426.jpg

Mi fa piacere che chi legge lasci un commento. Su dai, non è il caso di essere timidi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...