Sabato 4 agosto, Chicago

20120805-065858.jpg

Non c’è che dire, la notte di Chicago dev’essere proprio animata se a tutte le ore le sirene impazzano per le vie della città. Forse i tempi di Al Capone non sono poi così lontani…

Giornata interamente dedicata alla visita di questa splendida città. Facciamo colazione alle otto da Starbuck’s, la cassiera simpaticamente ci chiede da dove veniamo e così facciamo una chiacchierata. Ci racconta che due anni fa è stata a Venezia, Roma, Firenze e Milano e che l’Italia le è talmente piaciuta che, se dovesse scegliere un paese diverso dagli Stati Uniti, verrebbe a vivere da noi.

Terminata la colazione usciamo e ci dirigiamo verso il Millennium Park, un’area all’interno del più vasto Grant Park dove artisti e architetti come Frank Gehry hanno realizzato delle opere straordinarie, come il Jay Pritzker Pavillion, elemento principale del parco. Ma l’opera che più colpisce, per la sua estrema semplicità e contemporaneamente per l’effetto straordinario che produce, è il Cloud Gate, più comunemente noto come “The Bean”, per la sua particolare forma che ricorda appunto un fagiolo. Si tratta di una scultura in acciaio di oltre cento tonnellate, dalla superficie completamente liscia su cui non si intravvede il segno di una singola saldatura e che riflette, deformandola, l’immagine della città, oltre che delle centinaia di turisti che si aggirano attorno ad essa ricercando le inquadrature più suggestive.

Nel vasto spazio erboso antistante il Jay Pritzker Pavillion di Gehry, una moltitudine di persone fa ginnastica al ritmo della musica, sotto la sapiente direzione di una danzatrice nera. È una giornata molto calda e non so dove tutta questa gente trovi l’energia per saltare, sollevare gambe e braccia, compiere tutte quelle evoluzioni. Ci sono uomini, donne, vecchi e bambini che partecipano a questa sana attività, diverse centinaia di persone che, sparse su un terreno molto vasto, al ritmo di una musica forte e coinvolgente, danno l’idea di una città viva e piena di voglia di fare.

Continuiamo a visitare il Millennium Park, percorrendone i viali e ammirando le architetture avveniristiche, e ci dirigiamo verso sud, costeggiando la sponda del Lake Michigan.

Dopo uno spuntino all’ombra degli alberi, andiamo a visitare il Field Museum of Natural History, un luogo veramente fantastico, con collezioni incredibili di animali provenienti da tutto il mondo e da tutte le epoche, scheletri di dinosauri, tra cui dei bellissimi T-Rex e un colossale apatosauro, una collezione sugli egizi, una mostra sull’evoluzione ed una, molto bella, su Gengis Khan e l’impero mongolo. Devo dire che, a parte la bellezza incontestabile del museo, la possibilità di rimanere in un luogo fresco durante le ore più calde, con una temperatura esterna di quasi trentacinque gradi, è una grande soddisfazione.

Quando usciamo, le strade sono state invase da migliaia di ragazzi che avevano assistito a Lollapalooza, un evento musicale che si è svolto proprio oggi a Grant Park. È bello vedere questo flusso oceanico di persone fuoriuscire dalle varie porte del parco e riversarsi nelle strade, rumorosamente ma civilmente, sotto il vigile controllo di poliziotti (non tantissimi per il vero!). Notiamo che i ragazzi, pur eccitati ed entusiasti, sono molto corretti: nessuno è ubriaco, nessuno trascende una sana e sacrosanta goliardia!

Mentre camminiamo verso il nostro albergo il cielo si oscura sempre più. Nuvole nere si stanno avvicinando e, mescolandosi alla luce del sole e all’azzurro intenso che fino a poco prima regnava sovrano, trasformano il cielo in una fantastica tela impressionista. Inizia a soffiare un vento molto forte che solleva nuvole di polvere, così percorriamo a tempo di record olimpico gli ultimi cento metri che ci separano dal nostro rifugio. Appena entrati nella hall scoppia il finimondo, che giornata fortunata!

20120805-070010.jpg

Mi fa piacere che chi legge lasci un commento. Su dai, non è il caso di essere timidi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...